Fuso orario Hawaii e consigli sul jet lag

Fuso Orario Hawaii – Italia e ora legale

State organizzando un viaggio alle Isole Hawaii? Allora prima di partire prendete in considerazione anche il fuso orario, perché le Hawaii fanno parte della zona di un fuso orario denominata UTC-10 (che prende anche il nome di HST, ovvero Hawaii-Aleutian Standard Time), della quale fanno parte anche le Isole Cook, la Polinesia Francese, l’Atollo Johnston e le Isole Aleutine (Alaska).

C’è l’ora legale nelle Hawaii?

Una cosa molto importante da prendere in considerazione sull’orario in vigore alle Hawaii è che non esiste l’ora legale. Per questo motivo durante tutto il corso dell’anno andrà sempre considerato lo stesso offset UTC-10. Questa caratteristica rende quindi variabile la differenza di fuso orario che c’è tra le Hawaii e la maggior parte degli altri paesi del mondo in cui invece viene adottata l’ora legale.

Quante ore di differenza ci sono con l’Italia

L’Italia adotta normalmente il fuso orario UTC+1 (che prende anche il nome di CET, ovvero Central European Time), mentre quando è attiva l’ora legale passa all’UTC+2 (CEST, ovvero Central European Summer Time).

Quindi quando è in vigore l’ora solare la differenza di fuso orario tra l’Italia e le Isole Hawaii è di 11 ore in favore dell’Italia. Quindi se nel Bel Paese sono le 21 alle Hawaii sono le 10.

Quando invece è in vigore l’ora legale la differenza di fuso orario tra l’Italia e le Isole Hawaii è di 12 ore in favore dell’Italia. Quindi quando in Italia è mezzanotte alle Hawaii è mezzogiorno.

Quante ore di differenza con New York

La città di New York adotta normalmente il fuso orario UTC-5 (che prende anche il nome di EST, ovvero Eastern Standard Time), mentre quando è attiva l’ora legale passa all’UTC-4 (EDT, ovvero Eastern Daylight Time).

Quindi quando è in vigore l’ora solare la differenza di fuso orario tra New York City e le Isole Hawaii è di 5 ore in favore di New York. Quindi se nella Grande Mela sono le 15 alle Hawaii sono le 10.

Quando invece è in vigore l’ora legale la differenza di fuso orario tra New York City e le Isole Hawaii è di 6 ore in favore di New York. Quindi quando nella Grande Mela sono le 18 alle Hawaii sono le 12.

Quante ore di differenza con Los Angeles e Seattle

Le città di Los Angeles e Seattle, così come tutte le città della California e dello Stato di Washington, adottano normalmente il fuso orario UTC-8 (che prende anche il nome di PST, ovvero Pacific Standard Time), mentre quando è attiva l’ora legale passa all’UTC-7 (PDT, ovvero Pacific Daylight Time).

Quindi quando è in vigore l’ora solare la differenza di fuso orario tra Los Angeles e Seattle e le Isole Hawaii è di 2 ore in favore di Los Angeles e Seattle. Quindi se nella Città degli Angeli sono le 12 alle Hawaii sono le 10.

Quando invece è in vigore l’ora legale la differenza di fuso orario tra Los Angeles e Seattle e le Isole Hawaii è di 3 ore in favore di Los Angeles e Seattle. Quindi se nella Città degli Angeli sono le 15 alle Hawaii sono le 12.

Quante ore di differenza con il Giappone

Il Giappone a livello geografico è piuttosto vicino alle Hawaii, ma sono molto distanti a livello di fuso orario. Nel Paese del Sol Levante viene adottato il fuso orario UTC+9 (che prende anche il nome di JST, ovvero Japan Standard Time). Anche in Giappone, come alle Hawaii, non esiste l’ora legale, per cui viene considerato durante tutto l’anno sempre lo stesso offset UTC+9.

La differenza di fuso orario tra il Giappone e le Isole Hawaii è di ben 19 ore in favore del Paese del Sol Levante. Quindi quando alle Hawaii scocca la mezzanotte in Giappone sono già le 19.

Consigli pratici su come adattarsi al jet lag

Consigli pratici sul jet lag hawaii

La differenza di fuso orario tra le varie zone geografiche della Terra può diventare un problema quando si devono affrontare dei viaggi piuttosto lunghi, ed in particolar modo nel caso di viaggi intercontinentali, quando il nostro corpo sarà costretto a modificare il proprio “orologio biologico“.

Questo fenomeno si chiama jet lag, ed affligge molte persone nei giorni successivi ad un viaggio particolarmente lungo.

Le giornate di ogni individuo sono scandite da quello che è un vero e proprio “orologio biologico” (che si ripete ciclicamente ogni 24 ore), che detta al corpo umano il ritmo di ogni giornata, adattandosi a quelle che sono le abitudini di ogni persona e regolando in base al ciclo sonno-veglia alcuni parametri vitali molto importanti come la frequenza cardiaca, la frequenza respiratoria e la pressione sanguigna (tutti questi parametri si abbassano quando dormiamo).

Un viaggio lungo verso una località che ha un fuso orario che differisce di molte ore rispetto al nostro provoca quindi un notevole sfasamento dei ritmi quotidiani del nostro corpo, prima di tutto alterando l’abituale ciclo sonno-veglia, ma anche influenzando altri parametri fisiologici che influiscono sulle capacità mentali e psicomotorie, generando episodi di sonnolenza, emicrania, nausea e riducendo le capacità di reazione e di concentrazione.

Questi effetti negativi sono più accentuati quando si viaggia verso oriente rispetto a quando si viaggia verso occidente.

Per cui quando si viaggia da est a ovest, come ad esempio da New York alle Hawaii, la durata del giorno si allunga di 5 o 6 ore (dipende se è in vigore l’ora legale oppure quella solare), permettendo al ritmo biologico di regolarsi più facilmente.

Secondo alcuni studi il corpo umano si adegua al nuovo fuso orario più rapidamente di un 20% quando si viaggia verso occidente rispetto a quando si viaggia verso oriente.

Chi deve affrontare dei viaggi in cui andrà incontro ad una notevole differenza di fuso orario può cercare di diminuire gli effetti del jet lag in diversi modi.

Consigli su come assorbire meglio il fuso orario

  1. Prima di tutto bisogna preparare il cervello al nuovo fuso orario e per iniziare a farlo può essere d’aiuto regolare fin dalla partenza del proprio viaggio l’orologio sul fuso orario di destinazione.
  2. Una volta arrivati a destinazione è consigliabile seguire fin da subito il ritmo di vita del nuovo paese in cui ci troviamo, seguendo gli orari locali sia per mangiare che per dormire.E’ molto importante anche trascorrere gran parte delle prime giornate in un nuovo paese all’aria aperta, perché dal punto di vista fisiologico la luce solare aiuta il corpo umano ad adeguarsi al nuovo fuso orario.
  3. Quando si viaggia verso occidente, nei giorni precedenti al viaggio è consigliabile andare a letto qualche ora più tardi rispetto alle nostre abitudini, mentre per preparare i viaggi verso oriente sarà necessario andare a dormire ed alzarsi prima del solito.
 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *